Piccolo Dizionario dei termini scientifici tradotti male

B

Billion: miliardo, non bilione.


Le scale dei numeri anglossassone e dell’Europa continentale sono diverse:
In inglese:
1 billion = mille milioni = 1.000.000.000 = 109 cioè un miliardo.
In italiano:
1 bilione = un milione di milioni = 1.000.000.000.000 = 1012
Confondersi può costare molto caro.
Nel Sistema Internazionale i prefissi corrispondenti sono:
109 = giga
1012 = tera

1.21 gigawatt!? O erano terawatt?

Bromine, chlorine, fluorine, ecc.: bromo, cloro, fluoro, ecc., non bromino clorino, fluorino…

In chimica, la nomenclatura di elementi e composti è importante, così importante che esiste un apposito organismo internazionale, la IUPAC, che si occupa di dare il giusto nome alle cose e di far sì che tutti sulla terra lo usino, in modo da non creare confusione. Noi, dal canto nostro, possiamo contribuire traducendo in modo corretto.

C

Carbon

In inglese carbon vuol dire sia carbonio che carbone in termini come carbon paper o vegetable carbon, mentre il carbone usato come combustibile è coal. Inoltre è spesso utilizzato come abbreviazione di carbon dioxide, cioè anidride carbonica, in espressioni come carbon tax o carbon footprint, che non vanno tradotte con tassa sul carbonio o impronta di carbonio ma di anidride carbonica.
È quindi necessario prestare molta attenzione al contesto quando si incontra la parola carbon, per capire se ci si riferisce all’elemento, al carbone o all’anidride carbonica.
La parola carbon si trova anche in carbon black che in italiano è reso correttamente con nerofumo e non con espressioni del tipo nero di carbonio o nero di carbone.

F

Friction: attrito, non frizione

In fisica, l’attrito è quella forza che si genera tra le superfici di due corpi a contatto e si oppone al moto di uno rispetto all’altro. In inglese si traduce con friction. La frizione, in italiano, è invece quella dell’auto oppure il massaggio che fa il parrucchiere quando vi mette la lozione sui capelli. In qualche modo i due termini sono legati, ma nelle scienze si devono usare le parole giuste.
Maggiori informazioni sull’attrito, qui.

Attrito al lavoro. Photo by Pixabay on Pexels.com

H

Hydrobromic, hydrocloric, hydrofluoric, ecc. acid: acido bromidrico, fluoridrico, bromidrico, ecc.; non idrobromico, idroclorico, idrofluorico.


In chimica, i composti in cui l’idrogeno ha stato di ossidazione +1 e si combina con un elemento del 16° o 17° gruppo sono detti idracidi.
la nomenclatura tradizionale italiana dice che vanno chiamati con il termine acido seguito dal nome del non metallo con il suffisso -idrico, quindi, per esempio, acido cloridrico, HCl.
La nomenclatura IUPAC prevede invece che si usi il nome dell’elemento del gruppo 16 o 17, con il suffisso -uro, seguito da “di idrogeno.” Quindi l’acido cloridrico, HCl, diventa cloruro di idrogeno.



N

Nitrogen: azoto, non nitrogeno.


il termine nitrogeno esiste nell’italiano antico ma la traduzione giusta è azoto, sia per l’elemento con numero atomico 7 sia per il gas formato da una molecola con 2 atomi di azoto (N2). L’aria che respiriamo è formata per circa il 78% da azoto.

Il T-1000 viene congelato nell’azoto liquido, non nel nitrogeno liquido
(credit: Terminator 2 – il giorno del giudizio)

S

Silicon: silicio, non silicone.


In inglese la parola silicon identifica il silicio (Si), un elemento presente nella maggior parte delle rocce, nel vetro comune ed è il secondo elemento più abbondante nella crosta terrestre, dopo l’ossigeno.
I siliconi sono polimeri, cioè molecole formate da una lunga catena di atomi, composti da atomi di silicio legnati ad atomi di ossigeno. Un esempio di silicone è quello utilizzato per sigillare i box doccia.
I chip dei computer sono fatti di silicio, non di silicone.